albo pretoriodifferenziatanewsservizi cittadinosegnalazionifrosolone turismo

ORDINANZA N.2/2017 - Condizioni meteo avverse: prevenzione pericoli all'incolumità pubblica - Disposizioni.

Il Sindaco,
viste le copiose nevicate del 5 e 6 gennaio 2017 e giorni seguenti, che stanno interessando l’intero territorio Comunale e che attualmente creano notevole disagio alla circolazione stradale e pedonale;

considerato che in caso di ulteriori eccezionali condizioni meteorologiche o di abbondanti nevicate, che interessano il territorio comunale, possono sussistere pericoli per la sicurezza pubblica e per l’incolumità dei cittadini e conseguentemente verificarsi inconvenienti che pregiudicano la fluidità della circolazione pedonale e veicolare sulle strade e i marciapiedi;

ricordato che ogni anno, nel periodo invernale è prevedibile il verificarsi di nevicate con conseguente necessità di rimuovere dalle aree pubbliche lo strato di precipitazione affinché non si crei, specie per le successive gelate, pericolo per l’incolumità dei cittadini e ostacolo alla pubblica circolazione;

considerato che è necessario in tali circostanze attivare tutte le misure a tutela della pubblica incolumità, oltre ai servizi di sgombero neve e spargimento sale che saranno assicurati dall’Amministrazione Comunale;

Rilevato che l’accumulo di neve sui marciapiedi e sui tetti può rappresentare un notevole pregiudizio alla sicurezza, costituendo per i passanti su ogni strada aperta al pubblico passaggio un pericolo costante;

ritenuto pertanto che sussistono i presupposti per l’adozione di un’ordinanza al fine di prevenire pericoli all’incolumità pubblica;

visto il Nuovo Codice della Strada di cui al Decreto Leg.vo 285/92 e s.m.i. e relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione approvato di cui al D.P.R.6.12.1999 n.495 e s.m.i.;

visto il D. Lgs.18 agosto 2000 n. 267 “Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali” ed in particolare l’art. 54 relativo alle ordinanze contingibili e urgenti;

ORDINA

Agli utilizzatori, ai residenti, ai proprietari, agli amministratori degli immobili, ai conduttori di stabili prospettanti su suolo pubblico ed ai titolari delle attività commerciali o di studi privati presenti al piano terra degli edifici, durante e/o dopo la caduta della neve:
- di mantenere sgombero dalla neve lo spazio antistante le rispettive proprietà senza invadere la carreggiata ed in tempo di gelo di spargervi sale antigelo atossico, sabbia o segatura o altri materiali idonei;
- di liberare l’imbocco delle caditoie e dei pozzetti stradali al fine di agevolare il deflusso delle acque di scioglimento;
- di non gettare acqua o altri liquidi che possano causare la formazione di ghiaccio su strade e marciapiedi;
- di evitare di scaricare la neve sul suolo pubblico, salvo diverse disposizioni dell’Amministrazione Comunale e, comunque, con tutte le cautele perché l’operazione non risulti pericolosa per i passanti;
- di rimuovere tempestivamente i ghiaccioli formatisi sulle grondaie, sui balconi o terrazzi o sulle sporgenze, nonché tutti i festoni di neve o ammassi di ghiaccio aggettanti oltre il filo delle gronde o dei balconi, terrazzi o altre sporgenze, su marciapiedi pubblici e cortili privati, onde evitare pregiudizi alla sicurezza di persone o cose;
- di rimuovere la neve dai passi carrabili da essi utilizzati;
- di asportare la neve depositata su piante ed alberi i cui rami si protendono direttamente su aree di pubblico passaggio e rimuovere i rami stessi quando il peso della neve possa pregiudicare la loro tenuta;
- di segnalare tempestivamente qualsiasi pericolo con transenne, nastri o con altri opportuni dispositivi;

DISPONE

- il divieto di transito e di sosta a tutti i veicoli sulle strade e vie cittadine interessate dalle operazioni di rimozione della neve, durante lo svolgimento dei lavori di sgombero, ad eccezione dei mezzi adoperati a tale scopo;
- il divieto di sosta in prossimità di alberi di piccolo e grande fusto con massicci carichi di neve, al fine di evitare pericoli e danni alle autovetture ed il regolare traffico veicolare, precisando che in tal caso l'Amministrazione non risponderà dei danni subiti;
- l’obbligo di pneumatici invernali o catene o altri mezzi idonei alla marcia dei veicoli su neve o su ghiaccio, per i veicoli transitanti sulle strade comunali;

AVVERTE
- i privati che provvedono alle operazioni di sgombero della neve non devono in alcun modo ostacolare la circolazione dei veicoli e dei pedoni e creare intralcio al personale addetto allo sgombero;
- la neve rimossa dai cortili o altri luoghi privati o dalle autovetture non deve essere sparsa ed accumulata sul suolo o sul verde pubblico o sugli spazi già ripuliti, salvo condizioni o situazioni particolari;
- le operazioni di rimozione della neve da tetti, terrazze, balconi o in genere da qualunque posto elevato verso la strada, devono essere effettuate senza interessare il suolo pubblico. Qualora ciò non sia obiettivamente possibile, le operazioni di sgombero devono essere eseguite delimitando preliminarmente ed in modo efficace l’area interessata ed adottando ogni possibile cautela;
- i canali di gronda ed i tubi di discesa delle acque meteoriche devono essere sempre mantenuti in perfetto stato di efficienza;
- per ragioni di sicurezza potranno venire temporaneamente chiusi al pubblico Parchi e spazi pubblici;
- le operazioni del servizio di raccolta porta a porta ed il trasporto dei rifiuti solidi urbani possono essere temporaneamente sospese, fino a quando le condizioni atmosferiche o di viabilità non consentano il loro regolare svolgimento. Le utenze pertanto sono tenute a conservare, in modo adeguato, all’interno delle loro proprietà i rifiuti prodotti, anche al fine di prevenire inconvenienti igienico-sanitari.

INVITA

- la popolazione ad evitare per quanto possibile il transito nelle zone alberate e sotto i cornicioni di gronda ricoperti da abbondanti cumuli di neve, e in generale a prestare la massima attenzione, per non incorrere in situazioni di pericolosità;
- la cittadinanza tutta a prestare la massima collaborazione ed attenzione per concorrere ad eliminare o limitare al massimo i prevedibili disagi che potrebbero verificarsi, con particolare riguardo per le fasce più deboli.

Si fa presente che ogni e qualsiasi responsabilità civile e penale per danni causati dalla mancata osservanza della presente ordinanza resta a carico dei responsabili.
L’inosservanza delle suindicate disposizioni comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa costituita dal pagamento di una somma da € 25,00 ad € 500,00 secondo quanto previsto dall’art. 7bis del D.Lgs. 267/2000 e secondo i principi della Legge del 24.11.1981, n. 689.
Sono incaricati di verificare l’osservanza della presente ordinanza la Polizia Locale e le altre Forze dell’Ordine ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs, n. 285/1992.

Primo Pianolinea

Eventilinea

Sicurezza ed Emergenzalinea

Rassegna Stampalinea