Percorso

Mar08Giu201012:28

IMG 2935E' un artigianato tipico che da secoli viene tramandato di generazione in generazione. Forbici e coltelli, nella singolarità della lavorazione, diventano veri e propri "pezzi d'arte" dell'artigianato, frutto di una tecnica antica e secolare che ha conoscuito momenti esaltanti.

Verso la fine del 1800 questa attività manifatturiera, dava lavoro a centinaia di addetti ed ancora nella
prima metà del 1900 si contavano circa ottanta botteghe artigiane. Oggi, un'avviatissima

museo

Situato nel cuore del centro storico di Frosolone, quasi al termine di via Garibaldi, conserva centinaia di oggetti di valore storico recuperati tra gli appassionati e tra gli eredi dei migliori lavoratori delle forbici e dei coltelli di Frosolone del secolo scorso. Sono mostrati pezzi anche di altra origine come le numerose lame da taglio militari già consegnate da varie Soprintendenze per i Beni Artistici (delle Marche, del Lazio).

Parte del Museo è la bottega artigiana dove

La forgiatura è la tecnica manuale di dare forma agli oggetti o alle parti componenti che dovranno poi essere assemblate tra loro. Il metallo, riscaldato al fuoco, viene percosso sull'incudine con appositi martelli, talora anche da due operatori per evitare che il veloce raffreddamento ne impedisca il facile formarsi dell'elemento. Con questo sistema gli artigiani, fin dai tempi più antichi, si sono organizzati per produrre gli oggetti e gli attrezzi da lavoro.

A Frosolone la

Con la scoperta del ferro l'uomo primitivo spiccò un grandissimo salto di qualità: la sua vita ebbe i primi strumenti da lavoro non deperibili nell'immediato e poté fabbricarsi armi ed attrezzi per la difesa e per la caccia. Il legno aveva lasciato il suo posto ad un materiale molto più resistente per la costruzione di un mezzo che avrebbe rivoluzionato l'agricoltura: l'aratro. Nel 2000 A.C. l'uomo manipolando il ferro si accorge che lo stesso se riscaldato e poi

Mar08Giu201014:36

Frosolone viveva e vive con la lavorazione delle forbici e dei coltelli anche se la tipologia della produzione si è andata modificando nel tempo. Questi oggetti hanno sempre invaso il mercato nazionale, anche se con maggiore intensità le regioni del Sud. Attualmente si stanno dirigendo con buoni risultati anche all'estero dove sono apprezzati per la precisione, il taglio e la tradizione. Una zona rimasta inesplorata dopo l'avvento massiccio della macchina e dell'automazione, anche

Ogni anno, dal 1996 in poi, durante il mese di agosto, viene organizzata nelle strade del centro storico, nei locali che un tempo ospitavano botteghe artigiane, una mostra-mercato nazionale delle forbici e dei coltelli. Notevole è l'affluenza di pubblico che porta a Frosolone visitatori da ogni parte d'Italia. Il Comune produce uno sforzo economico ed organizzativo sempre maggiore, ma è fuori di dubbio che esso va inquadrato in un programma più vasto che deve comprendere